Il Centro per l’Autonomia Ausilioteca Campana è promotore e sostenitore di progetti di ricerca e sviluppo di tecnologie innovative a supporto dell’autonomia della persona.

Nel 2007 la allora Scuola Media Statale Silio ItalicoCentro Territoriale di Supporto per le Nuove Tecnologie e Disabilità – ha stipulato una convenzione (corredata da contratti annuali) con il CAAC per lo svolgimento di attività di consulenza e formazione sull’impiego di tecnologie assistive e la realizzazione di progetti individualizzati di inclusione scolastica. Da tale convenzione è nato nel 2008 lo Sportello di consulenza per docenti sulle problematiche legate alle disabilità in ambito didattico: in un’ottica di ottimizzazione dei tempi e delle risorse, lo Sportello si configura come la possibilità di realizzare interventi di consulenza direttamente presso la propria scuola.

Nel 2008, la ASL NA1 ha individuato nel CAAC il partner unico con cui ideare e realizzare il primo progetto di domiciliarizzazione nel Centro Sud Italia teso a garantire il rientro presso il proprio domicilio di una persona con grave disabilità motoria. Il progetto ha previsto la realizzazione di interventi di domotizzazione dell’abitazione, di valutazione della pertinenza degli ausili per la vita quotidiana e per la mobilità prescritti.

Nel 2009, il CAAC avvia le sue attività anche in Puglia: con l’associazione e-LSA, l’Università di Bari, e l’Assessorato alla trasparenza della Regione Puglia, il CAAC è stato impegnato nell’attuazione del progetto “Second a Nessuno” per la realizzazione di un percorso di autonomia per una studentessa universitaria con grave disabilità motoria; nel 2010, ad Arnesano (LE) il CAAC ha preso parte al progetto CIAOComunicazione Integrazione Autonomia Orientamento per individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche che permettessero ad un alunno con disabilità di raggiungere l’autonomia personale e un livello di comunicazione più efficace in una prospettiva di orientamento scolastico e di vita.

Nel 2011, il CAAC è tra i partner del progetto “Se si sogna da soli è solo un sogno… insieme è realtà” – scuola capofila 39° CD “G. Leopardi”  di Napoli – approvato dal MIUR nell’ambito del bando “Progetto ICF. Dal modello dell’OMS alla progettazione per l’inclusione”.

Cofinanziato dalla Regione Campania e con la collaborazione della sezione napoletana di FIADDA – Famiglie Italiane Associate per la difesa dei diritti degli audiolesi, nel 2012 viene avviato il progetto Sportello Ascolto per la famiglia, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle famiglie in cui e presente un figlio sordo, dando un efficace sostegno alla coppia, valorizzando e rafforzando la capacità genitoriale.